Chi siamo

Una lunga storia di mobili, iniziata nel 1864 nella bottega  artigiana di Minola Carlo in Arese, e continuata attraverso più di un secolo da altre tre generazioni della stessa famiglia.
Questa lunga esperienza maturata nel tempo, ci garantisce una conoscenza diretta dei materiali e delle tecniche costruttive vecchie e nuove, permettendoci di scegliere e di proporre ancora oggi
ciò che di meglio offre il mercato in termini di arredamento. La serietà e la professionalità che ci contraddistinguono si traducono in un servizio completo: dalla progettazione con supporti software fotorealistici  fino alla consegna  finale e all’assistenza post-vendita. Immagine, funzionalità e qualità sono il risultato di proposte di alto livello per ogni ambiente della casa..

 

minola1864

Registro storico Municipale di Arese - Cronistoria dell’impresa

La vicenda imprenditoriale dell’azienda ha inizio nel lontano 1864, quando Arese era ancora solo un paese contadino e quella della famiglia Minola era l’unica attività artigianale presente in paese. Clienti di allora erano i signori di Arese e dei paesi limitrofi: la famiglia Gallazzi, Eliseo Vismara, (cui è intitolata quella che una volta era l’unica via d’accesso al paese dalla ss. Varesina), Casa Erba di Baranzate ecc. Le commesse più impegnative arrivavano però dalle fabbricerie (amministrazioni)  delle Parrocchie: erano lavori impegnativi inerenti l’arredo delle chiese (cori, pulpiti, confessionali) che richiedevano anni di mano d’opera e mani esperte nell’uso dei vari attrezzi tutt’ora conservati in sede.
A quell’epoca era attivo nell’azienda il bisnonno degli attuali proprietari, Carlo Minola, famoso perché, ovunque andasse, era seguito da un merlo addomesticato, che stava sulla sua spalla.
L’attività è sempre continuata anche durante le guerre.
In particolare durante il primo conflitto mondiale, mentre il nonno Giuseppe era al fronte sul Carso, la moglie Gesuina mandava avanti l’azienda, gestendo lei stessa i conti e scrivendoli a mano, come si può vedere dal bellissimo libro mastro, ancor oggi esposto nell’attuale sede in via dei Tigli.


Al nonno Giuseppe venne conferita nel 1939 dalla Federazione Nazionale Fascista degli Artigiani una pergamena che, insieme con il libro mastro ed un almanacco del 1800, attesta l’inizio ufficiale dell’attività. La pergamena qui sotto riprodotta riporta infatti la seguente motivazione: “Diploma di medaglia d’argento rilasciato alla bottega artigiana di Minola Giuseppe da Arese – fondata nell’anno 1864 e senza interruzione condotta dal discendente dell’artiere fondatore”. Negli anni cinquanta con l’ingresso nell’attività del figlio Silvio, l’azienda si è sviluppata nella produzione di cucine e successivamente negli anni settanta con l’apertura di un ramo commerciale seguito tuttora dai due figli Sergio e Massimo. In quel periodo, mentre l’azienda era ancora nella sede di via Vismara, sia la produzione che l’offerta commerciale, erano rivolte ad un mercato medio-economico. Nel 1983 subentra nell’attività la quarta generazione, l’attuale, e l’azienda si trasferisce in via dei Tigli, dove si trova tuttora. Il trasferimento nella nuova sede e l’ingresso nell’azienda della nuova generazione ha portato un radicale e importante cambiamento nell’attività. Alla serietà e professionalità che sempre hanno contraddistinto l’attività soprattutto nell’attenzione alle esigenze del cliente, si è aggiunto un servizio di progettazione che si avvale di software specifici all’avanguardia nel settore. Vengono offerte soluzioni di arredo funzionali di alto livello qualitativo ed estetico, rispondenti alle richieste di una clientela sempre più preparata ed esigente.

minola1864